Let It SnowCrash - Bz Akira Santjago



Let It SnowCrash - Bz Akira Santjago from bz akira santjago on Vimeo.

"Il controllo dei mass media (lo Spettacolo, il Mainstream) dipende dallo stabilire delle linee di associazione" diceva Burroughs. "Quando le linee sono tagliate (SnowCrash), le connessioni associative sono interrotte".

"Puntini biancastri che appaiono su uno schermo televisivo a causa di un guasto dell'apparato ricevente o per la debolezza del segnale. È il colore della televisione sintonizzata su un canale morto, è l'interruzione del segnale portante e ipnotico del pensiero dominante."


Il grande poeta persiano e maestro del Sufismo, Rumi, scrive: "Passato e futuro velano Dio alla nostra vista; bruciateli entrambi col fuoco.";

Televisione = qualsiasi mezzo mediatico attraverso il quale lo Spettacolo, il Mainstream ci caga in testa; Tv, Computer, Stupidphone, Tablet, Cinema, Riviste; e ci cagano in testa attraverso Film, Serie Tv, Documentari, Pubblicità, Fumetti, Telegiornali, Musica, Preti dello Spettacolo; la quasi totalità dei loro prodotti è fatta ad arte per cagarci in testa e manipolarci;

«Tutto nei film è manipolazione. Quando entri al cinema, compri un biglietto per essere manipolato [...]. L'intero processo consiste nel manipolare qualcuno che non lo era, finché è entrato nel cinema ed è stato manipolato». Steven Spielberg, regista

L'Immaginazione non è libera in una Società di Schiavi dello Spettacolo. L'Immaginazione deve essere libera. È la fame dell'Immaginazione che crea nuove realtà e fa saltare in aria ogni norma stabilita.

Fermare il Dialogo Interiore è l’aspetto preliminare del Vedere (che non è Guardare). Fermare il Dialogo Interiore significa Fermare il Mondo. Attraverso il Silenzio Interiore, il Mondo così come lo conosciamo cessa di esistere di fronte alla nostra percezione e appare come veramente è;

La descrizione della realtà, che autoalimentiamo ogni giorno con il Dialogo Interiore e con la contemplazione passiva dello Spettacolo, del Mainstream, è solo una possibile descrizione della realtà, e la mappa non è il territorio; Il Mondo appare così perchè da centinaia, migliaia di anni lo pensiamo collettivamente così e perchè così ce lo descrivono, quotidianamente, incessantemente. Quando una convenzione diventa convinzione è capace di vincolare l'uomo a essa e di rendere difficile l'accettare suggestioni contrarie.

"La prima cosa che dovete fare, è prendervi cura del vostro cervello. La seconda è tirarvi fuori dall'intero sistema di indottrinamento. Giungerà allora un momento in cui diventerà un riflesso naturale leggere, ascoltare il Mainstream e riuscire a cogliere a colpo d'occhio le bugie e le distorsioni, un riflesso far rientrare tutto ciò entro una sorta di quadro razionale. Per arrivarci, dovete ancora riconoscere che lo Stato, le aziende, i media e così via vi considerano come nemici: il vostro compito è quindi imparare a difendervi. Se disponessimo di un autentico sistema educativo, esso includerebbe corsi di autodifesa intellettuale". Noam Chomsky

"Un tempo non era permesso a nessuno di pensare e immaginare liberamente. Ora sarebbe permesso, ma nessuno ne è più capace. Ora la gente vuole pensare e immaginare ciò che si suppone debba pensare e immaginare. E questo lo considera libertà." Oswald Spengler

I telegiornali non fanno altro che darvi notizie disastrose e angosciose; per ogni cosa brutta che il telegiornale vi racconta, nel Mondo ne accadono almeno 1000, bellissime, e nessuno ve lo dice;



"Il capitalismo in putrefazione per reggersi ha bisogno di mentire continuamente. La realtà lo accusa: dunque deve essere falsificata. La Fabbrica della Menzogna (e del Consenso) è diventata arte, tecnica, norma di vita." Pietro Secchia

Occorre affidarsi ad un'Immaginazione Libera per rinnovare non solo l’architettura moderna, ma rendere innocue le dottrine ideologiche, mercantili, artistiche... che fanno della forma capitalistica del valore un'enorme accumulazione di merci e di rovine.

Un'arte completamente nuova, una maniera di combattere totalmente non violenta, una guerra senza uccidere, la lama della vita invece che della morte, mirata alla distruzione delle astrazioni invece che della gente, alla liberazione invece che al potere, alla passione, al gioco invece che al profitto, alla gioia invece che alla paura; Per far crollare un impero basta un impero più forte, per uccidere un’idea di amore e di libertà in un solo uomo, non bastano mille eserciti né mille galere... è una questione di stile e di coltivare passioni per la bellezza sognata dei popoli, dove gli uomini erano principi di sé e facevano dell’amore l’origine di ogni comunità, dove il dolore era bandito e la gioia danzava con l’eros e la giovinezza eterna della poesia...

Dobbiamo realizzare i momenti e gli spazi in cui la libertà è non solo possibile, ma attuale. Dobbiamo conoscere in quali modi siamo genuinamente oppressi e anche in quali maniere siamo autorepressi o intrappolati in una fantasia nella quale le idee dello Spettacolo, del Mainstream e non solo ci opprimono. L'alienazione è molto più pericolosa per noi di morenti, passate ideologie sdentate. Lo SnowCrash Project non è predecessore di qualche Utopia Sociale alla quale dobbiamo sacrificare le nostre vite così che i figli dei nostri figli possano respirare un pò di aria libera. Lo SnowCrash Project dev'essere la scena della nostra presente autonomia.

"Innanzitutto devi usare le orecchie per togliere agli occhi una minima parte del loro fardello. Dal momento in cui siamo nati usiamo i nostri occhi per giudicare il mondo. Parliamo agli altri e a noi stessi principalmente di ciò che vediamo. Un Guerriero ne è consapevole e ascolta il mondo; ascolta i suoni del mondo." Don Juan

lo SnowCrash è la distruzione di ciò che pensavo di conoscere, lasciando spazio per emergere, a qualcosa di molto più prezioso.

Perchè se libero un uomo, muore e non gli importa di morire


Categories: , , , Share

Leave a Reply